Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
Rubriche > Post.it

Post.it
 
Post.it

Nuovo aggiornamento
20/11/2015
 
Prossimo aggiornamento givedi 17 dicembre. Non perdiamoci di vista!
 
Nuovo aggiornamento
15/10/2015
 
Prossimo aggiornamento givedi 19 noembre. Non perdiamoci di vista!
 
Nuovo aggiornamento
24/7/2015
 
Prossimo aggiornamento givedi 1 ottobre. Non perdiamoci di vista!
 
Nuovo aggiornamento
23/6/2015
 
Prossimo aggiornamento givedi 23 luglio. Non perdiamoci di vista!
 
Nuovo aggiornamento
14/5/2015
 
Prossimo aggiornamento giovedi 18 giugno!
 
Nuovo aggiornamento
9/4/2015
 
Prossimo aggiornamento giovedi 14 maggio!
 
Nuovo aggiornamento
12/3/2015
 
Prossimo aggiornamento giovedi 9 aprile...non perdiamoci di vista!!!
 
Nuovo aggiornamento
12/2/2015
 
Ci rivedremo con il nuovo aggiornamento giovedì 12 marzo!
Buona lettura!!!
Diffondete le nostre idee...
 
Nuovo aggiornamento
16/1/2015
 
Ci rivedremo con il nuovo aggiornamento giovedì 12 febbraio!
Buona lettura!!!
Diffondete le nostre idee...
 
Buone feste
4/12/2014
 
Ci rivedremo con nuovi articoli giovedì 8 gennaio!!!

Buone feste e buon 2015 a tutti!!!
 
Da dieci anni...
7/11/2014
 
7/11/2014 - 7/11/2014 Da dieci anni..in alto i cuori!
Avanti Insorgente!!!
 
Informazione
23/10/2014
 

Da questo numero la nostra rivista online, sarà aggiornata mensilmente.


Appuntamento al prossimo 7 novembre in cui festeggeremo 10 anni di attività!!!

 
Dalla Scozia alla Catalogna ritorna il sogno delle Piccole Patrie
18/9/2014
 
L’11 settembre una folla incredibile, calcolata fra il milione e mezzo e i due milioni di manifestanti, ha riempito la Gran Via e la Diagonal, le due grandi arterie di Barcellona, trasformandole in un’immensa bandiera catalana; con una partecipazione sempre crescente, è dal 2012 che il giorno della Diada, la festa nazionale catalana, assume il carattere di protesta aperta contro il governo centrale.
 
Buona vacanza!
24/7/2014
 
Buona vacanza a tutti i lettori!
 
Immunità parlamentare e Nazionale di calcio va in onda l'Italia peggiore
3/7/2014
 
Mentre la Nazionale italiana perde la faccia (tranne Buffon, ma Buffon, come il suo grande predecessore Zoff, è friulano, appartiene a un'altra razza, Gemona insegna), i nostri uomini politici, che la faccia non l'hanno mai avuta, si azzuffano sulla questione se i componenti del nuovo Senato debbano godere dell'immunità parlamentare, come i loro colleghi deputati, pur non essendo eletti dal popolo.
 
Lo scandalo Mose è la rappresentazione dell'Italia di oggi
19/6/2014
 
Due giugno, Festa della Repubblica. Il Presidente Napolitano ha fatto, tutto festante, un bagno di folla traendone i più beneauguranti auspici (bisognerebbe stare attenti ai bagni di folla, visto i precedenti). Il premier Renzi si è fermato ad accarezzare i bambini (bisognerebbe stare attenti a strumentalizzare i bambini ad uso di propaganda politica, visto i precedenti) e poi si è fermato a prendere un caffè in un bar dell'Ara Coeli, sotto i flash dei fotografi, per far vedere che lui è 'uno come tutti gli altri'.
 
Alle Europee ha vinto la partitocrazia e non è cambiato nulla
5/6/2014
 
Non è affatto vero che, come hanno scritto quasi tutti i giornali e gli editorialisti, la maggioranza degli italiani ha dimostrato di preferire “la stabilità”.
 
Le banche centrali dirigono i governi
16/5/2014
 
La Grecia colloca tutte le sue emissioni di debito pubblico a tassi ragionevoli. Eppure è messa male. L’Italia le colloca a tassi modesti, con uno spread sul Bund ai minimi.
 
Preconcetti da sfatare, pregiudizi da demolire e luoghi comuni da evitare
25/4/2014
 
La nostra vita è piena di preconcetti, conosciamo una nuova persona e subito, a prima vista, ci facciamo un’idea su di lui o su di lei, ma non ci limitiamo a questo, spesso facciamo molta fatica a cambiare opinione, anche quando ci rendiamo conto di aver proprio sbagliato giudizio. Sfruttando questa nostra propensione al pregiudizio, ci sono alcuni preconcetti che ci vengono abilmente inculcati senza che ce ne rendiamo pienamente conto, così ci ritroviamo a condividere e dare per scontate alcune idee e alcune opinioni che sono, invece molto lontane dalla realtà.
 
Caro Maroni, non ci mancherai...
11/4/2014
 
L’altro giorno Roberto Maroni ha rivelato che intende lasciare la politica nel 2018, al termine del suo primo mandato da governatore lombardo.
 
Intervista del Prof. Tarchi
28/3/2014
 
Intervista del Prof. Marco Tarchi, politologo del'università di Firenze su Matteo Renzi
 
La libertà è di donne e uomini
14/3/2014
 
Il sito dell'Insorgente ha da sempre nel catenaccio della testata la parola donne, volendo ambire ad esser la testata sia delle donne che degli uomini che si dicono liberi.
 
Società mono o multi culturale?
28/2/2014
 
Recentemente ho letto delle indagini statistiche che affermavano che nelle società monoculturali i conflitti e le tensioni sociali sono ridotti al minimo e pertanto, questo tipo di società sono quelle dove si vive meglio, mentre in quelle multiculturali si assistono a fenomeni come la ghettizzazione, l’emarginazione e la discriminazione che hanno come conseguenza il disadattamento e la frustrazione delle persone che inevitabilmente sfociano nelle fobie e nella violenze.
 
Un po' di storia
17/2/2014
 
Desidero affrontare ancora il tema della nostra storia, a dir la verità questa materia non mi è mai piaciuta molto, almeno fino a che ho capito che qualcosa non quadrava. Nonostante tanti anni di studio a scuola, mi mancavano dei pezzi di storia moderna (1.400-1800) e allora ho deciso di andare colmare quelle lacune per scoprire cos’era successo in quel periodo.
 
A proposito di crisi
31/1/2014
 
Questo è il tema del momento, tutti parlano di crisi, ma un discorso chiaro sulle cause che l’hanno provocata e sul modo di uscirne non l’ho ancora sentito.
Come prima cosa bisogna specificare di quale crisi parliamo, perché le crisi sono almeno due, una internazionale provocata da (come li chiamo io) “atti di criminalità bancaria” e un’altra, tutta italiana, provocata dal gigantesco debito di questo stato.
 
La parabola della Lega Nord: il breve passo dai prefetti ai podestà
17/1/2014
 
La domanda è questa: dalla Lega dei prefetti alla Lega dei podestà? Dal Viminale all’abbraccio con il Front National di Marine Le Pen? Da liberisti a governativi ad alleati dei nazionalisti di estrema destra? Li volevano abolire, questi Cesari di periferia, invece ne hanno nominato una caterva, quando da una parte c’era chi scriveva progetti di legge per toglierli di mezzo mentre altri li collocavano nei ruoli di controllori di casa nostra.
 
Riflessioni federaliste
20/12/2013
 
Quando le certezze vengono meno, quando la paura prevale, quando tutto si paralizza, la risposta più semplice e più frequente è la chiusura in se stessi, il ripiegamento; centralizzare tutto quanto possibile, nell’illusione che un solo centro possa risolvere meglio i problemi di tutti, nella speranza, vana, che omogeneizzare le specificità sia la strada maestra per governare l’ignoto.
 
Quei forconi che non ci meritiamo
13/12/2013
 
Attendevo con ansia, ma senza troppe illusioni, la data del 9 dicembre “per vedere di nascosto l’effetto che fa….”. Il 9 dicembre è arrivato, qualcosa oggettivamente si è mosso, ma sempre nell’alveo ben delimitato del malessere diffuso e serpeggiante che trova dei momenti di sfogo ma, alla fine, viene sempre ricondotto alla palude putrida e stantia del solito immobilismo senza prospettiva.
 
Basta Italia e, con rispetto...chi se ne frega di Garibaldi!
22/11/2013
 
In questo strano paese, intriso di retorica e di ipocrisia, le opposte sensibilità amano fronteggiarsi sul nulla: gli uni esponendo orgogliosamente bandiere e simboli unitari e patriottici, salvo magari, appena possibile, cercare di evadere dal pagamento delle odiate tasse con stratagemmi che di patriottico e solidale hanno ben poco; gli altri cercando di confutare l’immagine eroica di Garibaldi, enfatizzandone i caratteri più umani e meno lirici di un idealista combattente con tutti i suoi limiti ed i suoi difetti, utilizzando poi lo stesso trattamento ingeneroso nei confronti dei patrioti idealisti contemporanei che si battono per la causa autonomista ed indipendentista.
 
Tutte le strade portano a Roma. Le nostre no.
8/11/2013
 
Centrodestra e centrosinistra sono una finzione. Sono al governo insieme da almeno tre anni in maniera del tutto scoperta, ma, già in precedenza, collaboravano allegramente spartendosi poltrone ministeriali e paraministeriali, con un occhio attento a non negare nulla nemmeno alla Lega 1.0, prima, e alla Lega 2.0, dopo. A te un sottosegretario e a me un Direttore Generale, a te un provveditore agli studi, e a me un Direttore del demanio, e via cantando ... Non avrebbe, quindi, alcun senso chiedersi chi oggi sia messo meglio tra i due, non fosse per aiutarsi a meglio comprendere quel che ci attende.
 
Riflessione sull'Italia da Barcellona
18/10/2013
 
Sono a Barcellona e mi sono incontrato con una coppia di amici Catalani: intellettuali, spiccatamente di sinistra, ma, prima e sopra di tutto CATALANI, orgogliosi della propria terra, della propria lingua e delle proprie tradizioni. Ho riflettuto, una volta in più, su come l'appartenenza ad una terra e ad un popolo non possa essere patrimonio di destra o di sinistra; nel momento in cui c'é ed é realmente sentita, diventa valore assoluto e primario, fuori dagli schieramenti!
 
Il Veneto invoca Libertà, ma la politica è sorda!
4/10/2013
 
Pubblichiamo volentieri la lettera di un cittadino ai consiglieri regionali del Veneto: ci risulta che nessuno dei destinatari si sia, ad oggi, degnato di rispondere. La solita roba all’italiana…

Buona lettura. La redazione.

 
Lo stato italiano è il nemico, cercasi leader disperatamente
20/9/2013
 
Per chi osserva con attenzione il quadro socio-politico, il panorama è davvero desolante. Milioni di persone senza bussola, impoveriti, schiavizzati, omologati, sradicati da un potere statale che si basa su quella politica che, come cantavano i Nomadi, è solo far carriera. Ma non doveva essere così! Qualche anno fa, nelle nostre città, migliaia di persone manifestavano, partecipavano, protestavano, si confrontavano, si azzuffavano e, purtroppo, talvolta, si ammazzavano per veder affermata una visione del mondo.
 
Siria: la guerra dei Nobel per la Pace
6/9/2013
 
Carla Del Ponte, la procuratrice svizzera celebre per le inchieste sulla Serbia (e, dunque, non certamente filorussa o antiamericana), dopo una lunga ispezione in Siria, nella scorsa primavera, ha appurato che a usare i gas sono i cosiddetti ribelli. La frontiera con la Turchia è un colabrodo da cui entra di tutto, non solo il famigerato sarin, ma anche esplosivi e armi di ogni genere, compresi numerosi sistemi anticarro e antiaerei forniti dagli USA.
 
Una firma ed un appuntamento: 30 marzo 2014
19/7/2013
 
Lo slogan potrebbe essere: con una firma riprendiamoci l’Europa, …. ed attraverso l’Europa la nostra identità! L’importante è cavalcare l’onda e non ostinarsi, per forza, ad essere continuamente travolti nuotando contro corrente; e i movimenti autonomisti europei questo semplice concetto sembrano finalmente averlo capito.
 
Non mi adeguo al pensiero unico
28/6/2013
 
Lo smarrimento misto a rabbia di cui spesso, io cittadino comune, sono preda dopo aver letto i giornali o dopo essere stato spettatore di uno dei tanti dibattiti politici televisivi circa alcuni particolari argomenti, è probabilmente dovuto al fatto che, sempre di più, le certezze su cui si basa il mondo che mi ha formato, si stanno dissolvendo come neve al sole.
 
Separiamo le Banche
14/6/2013
 
Il perdurare della grave crisi finanziaria che ha colpito l’intero occidente, non fa altro che dimostrare l’assoluta impossibilità di utilizzare l’approccio monetarista, liberista e globalizzatore che ha causato la crisi, come strumento per terminarla. Ovunque, in Europa e negli USA, le condizioni di vita dei cittadini stanno vedendo un continuo deterioramento, lo stesso accade ai lavoratori tutti e agli imprenditori, in particolar modo a quelli legati all’economia reale e all’agricoltura che, è bene ricordarlo, rappresentano quanto di più stretto vi sia con la civiltà infrastrutturale così come sviluppatasi grazie agli investimenti pubblici e alle politiche dirigistiche e protezionistiche fin dal primo dopoguerra negli anni “50.
 
Così soldi e tv hanno ammazzato il gioco del calcio Di Massimo Fini
31/5/2013
 
Fino a qualche tempo fa almeno nelle tre ultime giornate di campionato le partite si giocavano tutte la domenica e alla stessa ora perchè le squadre che erano il lotta per lo scudetto o per la retrocessione o per l'ammissione alla Coppa dei Campioni non potessero avantaggiarsi conoscendo il risultato delle rivali.
 
La Lega in un circolo (cerchio) vizioso: partito utile a pochi, inutile alla gente
17/5/2013
 
Pubblichiamo la riflessione di un nostro collaboratore sulla Lega Nord, rimarcando la totale estraneità – e l’indipendenza - di questo Centro Studi rispetto a tale partito politico ed a qualsiasi altro
 
Scegli e vota lo Stato che vorresti
3/5/2013
 
In questo aggiornamento del sito, siamo ad interrogare voi lettori su quale Patria vorreste
 
Vota il Presidente della Repubblica del Nord (o della Padania)
19/4/2013
 
Cari Lettori,
facendo seguito ad un articolo pubblicato dal giornale online L'Indipendenza chiediamo a Voi lettori di eleggere virtualmente il Primo Presidente d'una Repubblica del Nord o, se preferite, della Repubblica federale Padana.
 
Quel Bossi d'un Grillo
8/3/2013
 
Beppe Grillo come Umberto Bossi? Entrambi riempi piazze, leaders, leoni da palco, mattatori antisistema.

Entrambi vogliono ribaltare il paese ma Grillo guarda all'Italia, Bossi invoca la Padania: qui sta la differenza in termini di consenso e bacino elettorale, da sempre un limite leghista.

 
Omaggio a Ernst Junger
15/2/2013
 
La figura di Ernst Jünger è un riferimento culturale, forse il massimo, per molti di coloro che, nell'ultimo trentennio, si sono adoperati per un cambiamento radicale della società.
 
Test psicologici per i politici (e aspiranti tali)
1/2/2013
 
Quanto sento invocare test psichici (o psicologici) nei confronti dei magistrati, mi viene da reclamare che ciò avvenga per i politici (o gli aspiranti tali).
Prima di far avvicinare una persona alla cosa pubblica o farle gestire i nostri soldi, bisognerebbe sapere bene chi è.
 
Prove tecniche di dittatura? un nuovo fascismo?
18/1/2013
 
Vengono i brividi quando sentiamo dire al Prof. Mario Monti che vanno esclusi dalla scena politica alcuni partiti e “silenziati” dei personaggi pubblici
 
Se
21/12/2012
 

A chi, da avventuriero, contempla la stella del mattino, nel buio d'un radura,
a chi combatte una lotta spirituale quando tutto intorno vede solo materia,
a chi sente qualcosa dentro in un momento di vuoto,
a chi cerca la linea verticale, in un mondo piatto.....

 
Giornalisti e potere
7/12/2012
 

La stampa è il quarto potere ma anche la fabbrica del consenso.

Fa sorridere il noto caso Sallusti, direttore de "il Giornale", e ancor di più l'ipotesi che Re Giorgio gli conceda la grazia (la legge non sarebbe uguale per tutti???).

 
 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126