Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
News > Opinioni > Che cosa pensa la Russia dell’Euro

Che cosa pensa la Russia dell’Euro
di Agilulfo 1/2/2013
 
 
Che cosa pensa la Russia dell’Euro

La Russia dice di no alla Cancelliera Merkel. «Per il momento non abbiamo nessuna intenzione di acquistare obbligazioni di stato quotate in Euro», ha dichiarato il capo del governo russo, Dimitri Medvedev. A Davos la Merkel aveva chiesto ai grandi investitori internazionali di investire in bond europei.


La Russia, dopo la Cina e il Giappone, possiede le maggiori riserve valutarie del mondo. Si calcola che le riserve di Mosca siano intorno ai 475 miliardi di euro, di cui il 42% investiti in euro. Secondo Medvedev «la Russia ha già fatto la sua parte». Secondo lui, l’Euro Zona ha un futuro, ma non è affatto detto che assomigli al suo presente: «L’Euro è in una situazione miserabile e le discussioni sulla stabilizzazione dell’Euro stanno durando anche troppo».


Il Primo Ministro russo ha parlato di un grave errore alla nascita dell’Euro, probabilmente insanabile: «è stato fin dall’inizio un modello complicato, in cui una valuta forte è stata adottata da economie nazionali troppo diverse tra loro, tra cui alcune molto deboli. È qualcosa che non si era mai visto nella storia». E a tratto anche una conseguenza che ci riguarda molto da vicino, almeno sino a quando saremo legati da Roma: «Le economie dell’Europa meridionale devono rafforzarsi o, in alternativa, uscire dall’Euro». Oppure, aggiungiamo noi nel nostro caso, scegliere di stare con la parte di Europa che è più vicina ...


AGILULFO


Fonte: Handelszeitung, 28 gennaio 2012


Seguici anche su:


 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126