Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
News > Attualità > Scozia: i Vip che voteranno YES

Scozia: i Vip che voteranno YES
di Cyrano de Bergerac 18/9/2014
 
 
Scozia: i Vip che voteranno YES

Il referendum sull’indipendenza scozzese fa molto parlare e discutere. L’opinione pubblica d’oltre manica si è diviso tanto che recentemente anche la Regina ha prarlato: secondo i tabloid londinesi, questo atteggiamento è indice di molta debolezza. http://www.lastampa.it/2014/09/14/est ... omadw6ws6ifOJ/pagina.html


Anche tra i cosiddetti VIP, ci sono stati molti personaggi che non hanno avuto timori ad esporsi circa la loro volontà di vedere una Scozia Indipendente.


SEAN CONNERY voterà YES: l'indimenticabile James Bond è un grande sostenitore dello Scottish National Party e va dicendo che l'indipendenza è inevitabile da anni, da molto prima che l'Snp vincesse le elezioni o che ci fosse la prospettiva di un referendum. Connery si è schierato con la campagna per il Sì perché, ha detto, promuove una «visione positiva per la Scozia basata sull'uguaglianza e sul principio base democratico che gli scozzesi sono i migliori custodi del loro destino». Ora che finalmente l'opportunità di conquistare l'indipendenza è a portata di mano, secondo l'attore scozzese sarebbe un vero peccato lasciarsela sfuggire.


Steven Patrick MORRISSEY, meglio conosciuto solo come Morrissey, ex cantante del gruppo “The Smiths”, che resta personaggio controverso ma popolare, si è schierato con il fronte indipendentista. Pur essendo inglese, ha spiegato Morrissey, «amo la Scozia e amo lo spirito degli scozzesi e non hanno minimamente bisogno di Westminster». Il Regno Unito, secondo il cantautore, è un'idea stupida e superata: «Gli scozesi devono tagliare ogni legame con la Gran Bretagna».


RUPERT MURDOCH: il magnate dei media è da anni amico e sostenitore del premier scozzese Alex Salmond. L'australiano, diventato cittadino americano, ha un nonno scozzese , non ama gli inglesi e si è sempre sentito snobbato dai politici di Londra. Nelle ultime settimane ha sostenuto la campagna per il Sí all'indipendenza perché, ha spiegato, «è un pugno in un occhio per l'establishment politico inglese, che é esattamente quello che si meritano». Secondo le ultime voci lo Scottish Sun, il quotidiano di proprietà di Murdoch, nei prossimi giorni si schiererà a favore del sí all'indipendenza. Dato che il giornale ha una circolazione di 250mila copie e un milione di lettori, la mossa di Murdoch potrebbe dare una spinta decisiva alla campagna indipendentista.


KEN LOACH: Il regista inglese, celebre per i suoi film sulla classe operaia e sulle persone ai margini della società del benessere, ha dichiarato che «ora tocca agli scozzesi riprendersi il controllo della loro vita» e creare una società più giusta e più sostenibile. L'indipendenza non risolve tutti i problemi, secondo Loach, ma è senz'altro un'alternativa preferibile alla condizione attuale di essere sotto il controllo di uno Stato «dominato dalla classe dirigente britannica». Se l'indipendenza avrà successo, sarà un esempio positivo per il mondo e dimostrerà che un Governo progressista può migliorare davvero le condizioni di vita dei cittadini. Attendiamo, fiduciosi….


Cyrano de Bergerac


Seguici anche su:


 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126