Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
News > Opinioni > Indipendenza, rifondazione dell'Europa o...guerra

Indipendenza, rifondazione dell'Europa o...guerra
di Luca Bertagnon 18/9/2014
 
 
Indipendenza, rifondazione dell'Europa o...guerra

Nella mie riflessioni sull’Edenamismo descrivo il momento attuale in maniera edulcorata, sostenendo di attraversare una cosiddetta ‘fase dinamica’. Dietro al concetto apparentemente tranquillizzante di ‘fase dinamica’ in realtà ci sta tutto quello che la storia di poco tranquillizzante è riuscita a proporre nei millenni di convivenza umana, ritenendo la trasformazione ed il nuovo come qualcosa che passa, quasi necessariamente, da momenti di conflitto più o meno esacerbato. Fuor di metafora Papa Francesco parla ormai apertamente di un terzo conflitto mondiale in atto, ancorché ‘a pezzetti’. Altre fonti ci ricordano a cadenza quotidiana la guerra commerciale in atto, l’invasione di prodotti provenienti dai ‘paesi emergenti’; l’invasione di uomini e donne che, dal ‘terzo mondo’, spingono sulle frontiere deboli dell’Europa. A dipingere un presente ed un futuro prossimo a tinte fosche ci pensano poi la crisi economica in atto, la disoccupazione dilagante, i suicidi di imprenditori e le varie manifestazioni della disperazione per povertà, indigenza o mancata integrazione. In un panorama allargato alla polveriera mediorientale poi non possiamo non rimanere fortemente impressionati dalla quotidiana dichiarazione di guerra in occasione di ogni pubblica decapitazione di occidentali. Nel nostro piccolo, dalle pagine dell’Insorgente, abbiamo tentato di richiamare il fatto che un certo modello di sviluppo sia ormai al tramonto, incapace di garantire futuro e certezze.


Questa analisi aveva ed ha come obiettivo il tentativo di creare una consapevolezza sulla necessità di prendere in mano la nostra vita ed il nostro futuro per arrivare ad un cambiamento, ad una rifondazione dell’Europa che si concentri sulle virtù, le specificità e le potenzialità dei Popoli che la compongono. Indipendenza, autonomia ed autodeterminazione come innesco per una nuova fase storica incentrata sui valori e sulla solida tradizione liberale e democratica che l’Europa è stata in grado di conquistare, nel corso della propria storia, anche a costo di gravi sacrifici e perdita di vite umane. Sempre più convinti e radicati nel nostro progetto di cambiamento pacifico, alla vigilia dell’importante referendum sull’indipendenza della Scozia, con la partita ancora aperta per l’autodeterminazione della Catalogna, con le speranze per una sempre maggiore presa di coscienza dei Veneti sulla propria identità e sulla necessità di autodeterminarsi, ci troviamo circondati da venti di guerra e di crisi dilagante, che fatalmente tende a sfociare in un conflitto.


Mentre parliamo di libertà e di autodeterminazione registriamo la quotidiana invasione, ormai neanche più subdola e silenziosa ma manifesta ed eclatante, da parte di popoli che, contrariamente a quello che vogliamo credere, illudendoci da soli, non hanno alcuna intenzione di integrarsi ma vogliono imporci il proprio modello culturale, di tradizioni e di abitudini. Siamo quindi di fronte ad un bivio, con la corrente che ci trascina nella direzione del conflitto dilagante e con la testa d’ariete della Scozia e della Catalogna che tenta di sfondare un varco verso l’uscita dal tunnel perverso entro il quale sembriamo fatalmente incanalati. Sta a noi e solo a noi riuscire a divincolarci con un convinto colpo di reni per cambiare direzione, cogliere l’ultima possibilità di uscita dal tunnel senza fine e fare in modo che la ‘fase dinamica’ in atto sia pacifica e produttiva, senza essere trascinati in un conflitto dilagante e dagli esiti incerti.


Luca Bertagnon


Seguici anche su:


 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126