Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
News > Opinioni > Nasce l’associazione culturale Liberiamoci

Nasce l’associazione culturale Liberiamoci
di La redazione 28/3/2014
 
 
Nasce l’associazione culturale Liberiamoci

Nasce l’associazione culturale Liberiamoci, con la finalità di riscoprire il nostro patrimonio identitario, quale strumento di resistenza a un sistema corrotto e quale risorsa intorno a cui elaborare proposte che esaltino e valorizzino le istanze di libertà, oggi tradite o deluse.

Non ci interessa la politica, per come è intesa oggi, né la sua riduzione a interessi partitici e di casta. Noi dedichiamo parte del nostro tempo libero a lavorare a fianco della società civile, come liberi cittadini e insieme a tutti coloro che, come noi, guardano la sostanza delle cose e non le etichette ideologiche. Non disperdiamo le nostre forze: uniamoci e facciamo sentire la nostra voce tutti insieme! Liberiamoci dall'oppressione dello stato, dalla burocrazia, dalla classe dirigente, dal pensiero unico ... per diventare autenticamente liberi e indipendenti!


Siamo uomini liberi che mettono la propria identità storica e culturale - lombarda, piemontese, veneta, sarda, toscana, emiliana, ligure… - prima dell’appartenenza ad artificiose forme statuali. Siamo uomini liberi che pensano che l’Italia e l’Europa, così come sono organizzate e gestite, siano destinate al fallimento. Siamo uomini liberi che non credono in questa Europa della finanza e dei poteri occulti, ma solo nell'Europa dei popoli. Siamo uomini liberi che credono nel valore delle idee, meglio se poche, ma buone e chiare: libertà, sovranità popolare, rappresentanza, autonomia, indipendenza.

Oggi nella rete sopravvive uno spazio di libertà dal controllo dei poteri forti. Per questo il primo spazio in cui operiamo è proprio la rete, per offrirvi una controinformazione, aperta a tutto quanto si muova, nella stampa nazionale e internazionale, in grado di offrire elementi interpretativi di una realtà, sociale, culturale e politica, sempre più omologata a chi vuole imporre il proprio disegno di potere e svuotare i contenuti più profondi della parola democrazia.

In occasione della presentazione ufficiale della nostra Associazione, avvenuta di recente, alcuni dei soci fondatori sono intervenuti per esprimere alcuni principi intorno ai quali si muove quest'iniziativa. Stefania Piazzo (giornalista professionista, già direttrice di quotidiani e giornali on line) si è così espressa: <<Liberiamoci: anima, idee, informazione, libertà, identità tutti generi femminili che subiscono lo stalking del potere, dobbiamo trovare il coraggio di sganciarci dalla subalternità, per amore dei nostri ideali contro la rassegnazione e contro ogni tipo di oppressione>>

Giuseppe Reguzzoni (collaboratore dell'Università Cattolica di Milano) ha affermato: <<Ci troviamo insieme attorno a degli ideali che puntano a fare politica e informazione dal basso: Liberiamoci è un portale, una porta che si apre sul mondo in maniera diversa, per dire no alla rassegnazione verso la condizione sociale e politico-culturale che ci viene prospettata come l’unica possibile. L’associazione e il portale non rispondono a nessun potentato. Può sorprendere, ma quello che vedete è tutto volontariato, non dipendiamo da nessuno e siamo liberi dalla destra e dalla sinistra, liberi dai partiti e da tutte le incrostazioni che rappresentano solo gli interessi di pochi. Con l’associazione si vuole svegliare chi dorme e raccogliere chi ha il coraggio di pensare con la propria testa, ma crede di essere solo. Noi non ragioniamo in termini di partito, ma di libertà: entrate e lavorate con noi>>.

Sergio Terzaghi (avvocato e Difensore civico della Città di Varese) infine ha così concluso la presentazione: <<Guardate all’associazione come una zattera su cui salire dopo il naufragio, un'arca prima del diluvio. Il simbolo che ci guida è un Grifone: secondo un’antica leggenda, i Grifoni vivevano sui monti tra gli Iperborei e custodivano l’oro del Nord. Sospeso tra la terra e l’aria, signore dell’una e dell’altra, il grifone è una delle più importanti figure dell’araldica medievale e, segnatamente, longobarda, ma le sue origini sono più antiche. Di solito è rappresentato con testa di aquila , che simboleggia l'intelligenza, e corpo di leone, che rappresenta la forza. Giustizia, nobilità d'animo, purezza di ideali e libertà sono le sue parole guida. Per questo l'abbiamo elevato a nostro simbolo>>.

Chi volesse contribuire al progetto e portare le proprie testimonianze di uomo libero, può considerarsi nostro gradito ospite e collaboratore e potrà seguirci sul nostro sito: www.liberiamoci.org, sui social network cercando Liberiamoci o contattandoci a info@liberiamoci.org.


Il direttivo dell'Associazione "LIBERIAMOCI - Identità e Libertà)


Seguici anche su:


 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126