Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
News > Attualità > Vive la France

Vive la France
di Agilulfo 17/1/2014
 
 
Vive la France

Non è il crollo dell’economia europea, non è la dittatura della grande finanza, non è la fine di un continente e la sua invasione a inquietarci e a toglierci sonno. No. È la scoperta che anche la Francia ha il suo bunga bunga, o meglio bungà, bungà. E i media lì a distrarci, all’unisono, e a prenderci per i fondelli, perché è una «questione privata», ed è per questo che se ne parla. Certo, filosofeggia il solito intellettuale televisivo, ovviamente «de sinistra»: almeno Hollande non le paga ... C’est pas vrai, ribatte stizzita la mia signora Teresina, che da ragazza ha vissuto in Francia: Non è vero.


A meno che si pensi che la bella biondina si sia innamorata della pappagorgia alla Saccomanni e della pancetta di Monsieur Le Président. Il Potere paga sempre, in qualche modo e, da che mondo è mondo, va così. N’est pas? E allora dove sta il problema: tutto il mondo è paese e, almeno, i Francesi si divertono.


Gli Itagliani non più, da molto tempo. Trois Couleurs. Tre colori. È dalla Rivoluzione che la Francia è un modello: bandiera, prefetti, centralismo, burocrazia (ma da loro funziona). Ma Roma non è Parigi, ne è la caricatura. E infatti i Francesi hanno Hollande e la biondina, noi Napolitano e la signora Clio, il Berlusca e Dudù.


A chi la tocca, la tocca.


Agilulfo


Seguici anche su:


 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126