Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
News > Opinioni > Congresso della Lega? Ma va’ ciapà i ratt!!!

Congresso della Lega? Ma va’ ciapà i ratt!!!
di Agilulfo 22/11/2013
 
 
Congresso della Lega? Ma va’ ciapà i ratt!!!

Non sono Tontolo, come quello del giornale on line L’Indipendenza, al massimo sono un po’ Pisolo, ma davvero non capisco tutto questo girare intorno alla Lega 2.0, detta anche Lega del 2%. Se si è deciso di fare qualcosa d’altro, che si faccia, perdinci! E si guardi avanti, non sempre indietro. Così com’è, questa Lega è solo un ostacolo all’Indipendenza e, allora, che ce ne importa di un non-congresso dove tutto è già stato deciso? Sì, un po’ di cronaca non guasta. Uno sguardo a intrallazzi e camarille va anche bene. Accarrezza la curiosità e ci sta anche, davanti a un calice di prosecco. Ma giusto per non avere rimpianti. Un po’ come con le ex fidanzate. Se ci insisti troppo, se continui a voler sapere che cosa fanno e con chi stanno, è perché te le fili ancora. Suvvia, ormai è chiaro che la Lega del 2% è al guinzaglio dei poteri forti. Uno dei massimi dirigenti leghisti, “economista” bocconiano che nessuno ha mai sentito fare un discorso di economia di un certo spessore, è ancora oggi uno dei “saggi” del Quirinale.


Il grande governatore è troppo impegnato con la crozziana macroreggione del Beneventano. L’eurodeputato, quello dei vagoni riservati, ha da fare: entro sette giorni corre a liberare il sindaco di Adro; ci va lui, di persona (lo ha gridato ai quattro venti domenica scorsa). E la celere trema già. Non ce n’è uno che non abbia almeno quindici anni di Parlamento (e di prebende) alle spalle. Milionari della politica, alla faccia dei militonti. Degli altri, a parte, il Grande Vecchio, non c’è molto da dire, se non che ci sono anche loro. E il Grande Vecchio, appunto, rappresenta qualcosa, un’origine, che non pare avere molto a che fare con la Lega delle poltrone e degli umma umma. Tontoliamoci ancora con queste cronachette, un po’ come si parla dell’Inter e del Milan, la domenica sera, al bar, prima di tornare a casa. Perché non durerà ancora molto. Tutto finisce, ma ci sono realtà che finiscono più ingloriosamente di altre. Occhi aperti perché in molti sono già pronti a riciclarsi.


Agilulfo


Seguici anche su:


 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126