Nuovo aggiornamento
Vignette
Barconi e terrorismo: Alfano rassicura...

Storico Vignette

Lavagna
News > Culture > Hávamál, il testo sacro degli antichi vichinghi

Hávamál, il testo sacro degli antichi vichinghi
di Giuan Gudjohnsen 3/5/2013
 
 
Hávamál, il testo sacro degli antichi vichinghi

Hávamál è il nome del poema nordico composto da 164 strofe che, secondo la tradizione, è stato composto dal Dio Odino in persona. Etimologicamente, la parola Hávamál è composta da due elementi: “Havi” che significa alto, elevato e “Mal” che può essere tradotto con parole, discorso. Per questo, Hávamál può essere tradotto con “parole dall’Alto”.
Il testo appare per la prima volta in una raccolta che si chiama Edda Poetica, conservato in un unico manoscritto islandese medioevale, il Codex Regius dell’Edda Poetica appunto, al quale è stata attribuita una datazione del 1270 circa.
Tale manoscritto è esposto e conservato a Reykjavik, capitale dell’Islanda, ed è considerato uno dei maggiori gioielli europei, perché dà un’idea dei culti e dell’etica precristiana.

L’ Hávamál, tradotto di recente in italiano e pubblicato da Diana edizioni, è diviso in sette parti e contiene gli indirizzi che Odino dà per un corretto stile di vita.
La prima parte tratta di ospitalità, amicizia e di etica.
La seconda, invece, espone consigli per la vita quotidiana e per il rapporto tra i sessi.
La terza parte tratta del corteggiamento, con risultato negativo, di Odino ad una giovane donna.
La quarta racconta di come Odino, dopo aver sedotto una donna gigante, si impossessa dell’Idromele della saggezza.
La quarta sezione tratta regole di condotta impartite da Odino ad un misterioso discepolo come se fosse un rito d’iniziazione.
Nella quinta parte viene narrato l’atto di sacrificio di Odino che si impicca (o si crocifigge) all’albero del mondo Yggdrasil (o Iriminsul che dir si voglia) e lì ferito da una lancia, dopo la morte e la risurrezione, incontra la conoscenza delle rune, antichi simboli nordici.
Nella settima e ultima sezione, invece, sembra che Odino comunichi con canti runici una dottrina esoterica.

Va altresì detto che non è possibile stabilire una datazione dell’Hávamál. E’ probabile che i suoi versi siano stati tramandati per secoli a voce anche se c’è chi, come lo studioso nordico Jon Steffensen, sostiene che alcune parti siano state tramandate tramite la scrittura runica.
L’ Hávamál è stato pubblicato da Diana Edizioni con un importante lavoro di ricerca e tradizione svolto da Antonio Costanzo, studioso e profondo conoscitore delle culture e delle lingue nordico - germaniche.
E’ un testo che non può mancare nella libreria di chi è alla ricerca di verità sapienzali.
Per acquistarlo scrivete alla nostra redazione redazione@insorgente.com oppure direttamente all’editore al http://www.dianaedizioni.com/havamal.html


Buona lettura.


Giuan Gudjohnsen


Seguici anche su:


 
Centro studi L'Insorgente © 2012 - 2014

Insorgente.com è la versione on line de “L’Insorgente”
Registrazione Tribunale di Varese n°846
Editore e proprietario “Centro Studi L’Insorgente” C.F. e P.IVA 95056410126